Alba tramonto con luce lunare

Scopo del circuito


Generalmente gli impianti di illuminazione degli acquari sono comandati da un timer che fa accendere le luci all'ora prestabilita, ed in un secondo, dopo un paio di lampeggi, le luci sono accese. Vedendo che per le lampade ad incandescenza regolare la luce è abbastanza semplice avevo pensato di farlo anche per le luci del mio acquario, ma qui il problema si complica essendo i tubi fluorescenti non carichi resistivi, per cui oltre al cicuito che controlla la luce occorre dotare l'impianto di opportuni accenditori che prendono il nome di ballast dimmerabili, questi sono abbastanza costosi ma se paragonati ai gruppi commerciali il costo non è eccessivo, con il vantaggio che consumano meno corrente (circa 25% in meno) e più lentamente le lampade L'impianto in questione a come caratteristica principale la possibilità di un accensione in maniera graduale delle lampade con tempi variabili, lo spegnimento è altrettanto graduale, dopo lo spegnimento totale delle luci vengono accesi uno o 2 led che simulano la luce lunare notturna.

Simulazione dell'effetto generato

In realtà l'effetto è molto più lineare però questo e quello che sono riuscito a proporre nelle pagine, per una visione reale occorrerebbe un video di almeno 15 minuti.

Caratteristiche del circuito


L'impianto funziona con i ballast dimmerabili con interfaccia 0-10V non i DALI.
Il circuito di controllo è realizzato mediante un PIC16F876 il quale gestisce tutto, accensione durata dell'alba e tramonto e la durata delle ore di accensione senza dover usare un timer esterno.
Le impostazioni del PIC vengono mantenute in memoria per oltre 48 ore in caso di blackout tramite un condensatore da 1 microfarad.

Impostazioni del circuito


Una volta data l'alimentazione al circuito si deve inizzializzare il circuito, ovvero decidendo quale saà il momento iniziale di lavoro, questo avverrà tenendo premuto il tasto P1 durante l'accensione. L'avvenuto start dell'orologio interno è segnalato da un doppio lampeggio del led., da questo momento il timer accenderà il ballast secondo la rampa impostata e manterrà accese le luci per un tempo regolabile di 6:00, 6:30, 7:00, 7:30, 8:00, 8:30, 9:00, 10:00 a seconda della posizione degli switch.

Accensione forzata fuori orario
Con la pressione del tasto P1 per un tempo minimo di 3 sec. a un tempo massimo di 40 sec. si può selezionare il funzionamento forzato. In questa modalità si forza il ballast a funzionare sempre acceso o sempre spento.
Quando questa modalità è operativa viene indicata dal lampeggio del led e per ritornare al modo automatico o manuale bisogna togliere l'alimentazione al circuito o premere il tasto di reset P2.
Cambio orario di accensione
Si preme il pulsante P1 (non quello di reset), contemporaneamente si premi P2 (reset), con P1 ancora premuto si rilascia P2 e si aspetta di vedere un doppio lampeggio del led a questo punto rilascia P1 è l'orologio è reimpostato al nuovo orario.

Collegamenti

I collegamenti risultano abbastanza semplici, ai due morsetti a tre poli vicino al relè vanno collegati i fili a 220V, ovvero ad uno dei due va collegato il cavo con la spina di rete, all'altra morsettiera i fili che vanno alla presa presente sul circuito, volendo è possibile evitare la spina al ballast e presa al circuito collegandoli direttamente facendo però diventare un tutt'uno i due pezzi. Ora ci restano da collegare il filo che da la regolazione 1-10V, che va collegato all'ingresso a 4 poli per cui vi è la possibilità di mettere in parallelo 2 ballast, ma qui dobbiamo stare attenti alle polarità dei due fili, lo stesso discorso vale per l'uscita a dei led al quale si possono attaccare 2 led ad alta luminosità del colore preferito.
Prototipo realizzato


La plaffoniera gestita


Questo circuito gestisce i ballast dimmerabili sia per T8 che T5 ed anche per le compatte che siano regolabili da tensione 1-10V. Vi mostro una mia realizzazione per tubi T5 da 39W, tengo a far presente che i cappucci utilizzati sono a tenut IP67-68 ovvero a tenuta stagna.
La parte centrale contiene il ballast dimmerabile ed è costituita da canaline da elettricista a sezione quadrata 4x4cm i laterali sono chiusi con tappi che si trovano in ferramenta i cavi chiusi con appositi fermacavo (materiale elettrico) il tutto e stato siggillato con colla per rendere tutto a tenuta stagna.

Scarica il preventivo


Chi fosse interessato allo stampato ed al pic programmato posso fornirglieli io contattatemi.
   
         
  © 2005 by Alfonso Mezzullo